top of page

Breve riflessione della sorella Barbara, seminarista della nostra IAEC comunità di Perugia



La festa di Ognissanti, anche nota come giorno di tutti i Santi, è una ricorrenza molto importante per la religione cristiana poiché celebra la gloria e l’onore di tutti i santi, anche quelli non canonizzati.

Le origini e il significato della festa di tutti i Santi sono molto antiche e si fondono con la cultura delle popolazioni celtiche.

Secondo un’analisi più approfondita, sappiamo che la data del primo novembre per celebrare la festa di Ognissanti aveva l’intento di farla coincidere con l’antica festività celtica ormai legata a quella romana, dopo la conquista della Gallia. Molto probabilmente le ragioni sono da ricercare nel tentativo di cristianizzare la festa pagana del Capo d’anno del popolo celtico, che cadeva appunto ai primi di novembre.

Al significato di questa festa, in origine prettamente agricola e pagana, andò così affiancandosi quello spirituale e religioso.

Con questa solennità la Chiesa pellegrina sulla terra venera in unico giubilo di festa la memoria di coloro della cui compagnia esulta il cielo, per essere incitata dal loro esempio e allietata dalla loro protezione.

Festeggiare tutti i santi è guardare coloro che già posseggono l’ eredità della gloria eterna.


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page